“Resina”, il lungometraggio di Renzo Carbonera, è stato selezionato dal Festival des Films du Monde de Montrèal, dove sarà presentato il 2 settembre. Protagonista di questa opera prima del regista vicentino-bavarese è l’attrice veneziana Maria Roveran, che veste i panni di una direttrice di un coro di soli uomini a Luserna, un piccolo paese del Trentino. Il racconto, caratterizzato da una buona dose di ritmo e ironia, parla di una donna in un mondo di uomini ed è ambientata in un luogo in cui il cambiamento climatico genera molti interrogativi e timori. Ispirato alle vicende del coro polifonico di Ruda, “Resina” è prodotto dalla OneArt Produzioni, fondata dal vicentino Bruno Benetti con il sostegno della Trentino Film Commission, di Rai Cinema e di alcuni investitori privati. Nel cast accanto a Roveran, Thierry Toscan, attore francese ma residente in Veneto, già visto in “Il vento fa il suo giro” di Giorgio Diritti, i trevigiani Mirko Artuso e Diego Pagotto e i padovani Andrea Pennacchi, Vasco Mirandola, Valerio Mazzucato.