Dal 3 al 13 aprile 2017 Vicenza diventerà  la sede della I Biennale del cortometraggio, festival diffuso dedicato al formato breve con opere internazionali tra i 3 e i 30 minuti e una sezione dedicata ai filmmaker veneti. Non solo opere contemporanee ma anche lavori poco conosciuti del passato animeranno la rassegna curata dal critico Luca Dal Molin, che porterà sul grande schermo i primi cortometraggi di autori quali David Lynch, Pier Paolo Pasolini, Jean-Luc Godard, Aki Kaurismaki, Jan Švankmajer,  Marco Ferreri, Jean Vigo e Luchino Visconti.

 

Sostenuto da Rai Cinema, Comune di Vicenza, Regione del Veneto, Mibact e Vicenza Film Commission, il festival ospiterà proiezioni continue in diversi punti della città, tutte rigorosamente a ingresso gratuito. Accanto ai corti tradizionali, la programmazione includerà momenti dedicati ai video sperimentali e a corti di animazione per i più piccoli. Gli spazi coinvolti vanno dal Cinema Odeon al Multisala Roma, dal Cinema Primavera al Teatro Bixio, dal Teatro Comunale all’auditorium del Museo del Risorgimento in un dialogo tra centro e periferia.

 

Le giornate della Biennale del cortometraggio, che saranno in parte trasmesse su Sky Arte e Sky Cinema, porteranno inoltre a Vicenza degli ospiti speciali. Il 7 aprile Ninetto Davoli commenterà con il critico Valerio Caprara dei corti storici realizzati con Pier Paolo Pasolini. Il 10 aprile sarà la volta di Iaia Forte che presenterà  i suoi primi corti interpretati sotto la direzione di Pappi Corsicato. Alessandro Haber e Vitaliano Trevisan incontreranno invece il pubblico dell’11 aprile. Non sono previsti premi o riconoscimenti in questa manifestazione, che è stata concepita per far incontrare il pubblico con il mondo del cinema breve e offrire un’occasione di visibilità a opere poco fruite, ai loro autori e ai loro interpreti.